Vespa festeggia la Radio e la Pettinelli si arrabbia

Vespa festeggia la Radio e la Pettinelli si arrabbia perché..

Anna Pettinelli, direttore artistico e speaker di punta di RDS da anni, si è lamentata del fatto che nella puntata di “Porta a Porta” che ha festeggiato la radio per i suoi 90 anni, non è stata rappresentata la radio privata.

Come ospiti non figurava alcun dj o speaker dei network privati che dal 1976 in poi hanno caratterizzato il panorama radiofonico italiano.

Ecco cosa scrive Anna Pettinelli sul suo profilo Facebook:

A Porta a porta si festeggiano i 90 della radio. Nessun emerito collega delle radio private invitato.E si che ognuno dei network principali ha praticamente il doppio degli ascolti delle reti Rai e dal 1976 tutte le radio hanno rivoluzionato il linguaggio e la storia di questo meraviglioso mezzo. Ma Vespa non se ne è accorto.Potere di palazzo.

Fra i vari commenti c’è anche quello di Silvia Annicchiarico (attualmente in onda su Rtl 102.5 in ben due programmi):

“Comunque per la cronaca io ho lavorato in Rai dal 1978… Radio1 Radio2… radio stereo uno.. stereo.due…in via Asiago ,a Roma…In sempione a Milano in via uCernaia a Torino…e tutto il cucuzzaro….Vespa. non poteva invitare tutti….ha preso quelli di programmi Rai  in corso ….”

Cosa risponderà Bruno Vespa?

A pensarci bene c’era un rappresentante delle radio private: lo stesso Vespa, il quale trasmette con suo figlio Federico ogni venerdì mattina – per 30 minuti – su RTL 102.5.

Scrapbook_1412760957095

Precedente News in pillole 7/10/14 Successivo News in pillole 9/10/2014