Precisazioni sul futuro radiofonico del Trio Medusa

Negli ultimi giorni, alcuni “complottisti” hanno pensato che questo fosse l’ultimo anno del Trio Medusa a Radio Deejay.

Qui sotto vi riportiamo le parole del Trio direttamente dal loro blog sul sito www.deejay.it

 

Care Meduse,

Uso il blog per rispondere pubblicamente ad alcune domande che ci sono state fatte negli ultimi tempi.
Innanzi tutto: mi scuso per la lunga assenza. Ma – i frequentatori abituali di questo spazio lo sanno bene – non è mia usanza scrivere qualcosa “tanto per scrivere”.
Mi piace utilizzare questo luogo libero e meraviglioso quando credo sia bello condividere con voi emozioni ed eventi (belli e brutti) che ci/mi riguardano.

La prima domanda a cui devo rispondere è: “perché sarà l’ultimo ZZZ Day?”.

Tutte le cose hanno una durata. Lo ZZZ Day è arrivato all’undicesimo anno. Oraganizzare una giornata così comporta uno sforzo organizzativo e produttivo enorme. Può non sembrare, ma è così.

I nostri colleghi rispondono sempre con grandissimo entusiasmo, ma non è giusto abusare della disponibilità e del tempo degli altri.

Noi siamo emotivamente coinvolti con il Cesvi e continueremo ad essere al loro fianco per tutta la vita.

Sicuramente Radio Deejay troverà un nuovo modo per celebrare il Natale e per fare festa.

Lasciamo spazio e nuove idee, sempre pronti a tornare sui nostri passi se si dovesse decidere di fare ancora la nostra giornata tutta matta.

E a coloro che chiedono: “questo significa cha lascerete Deejay?”, rispondo: “Ma secondo voi c’è un’altra radio disposta a prenderci? Ed esiste al mondo una radio disposta a stravolgere il suo palinsesto per una giornata così? Mi dispiace amici complottisti e malati di dietrologia: ma c’è solo One Nation One Station. E per noi c’è solo One Love”.

Precedente Vuoi riascoltare tutta la giornata dello Zozzoni Day di Radio Deejay? Successivo Il regalo de LO ZOO DI 105